Mal di Testa ? Mal di schiena? Dolori Cervicali? Dal Dentista con la gnatologia si possono curare!

Il Dr. Sergio Dovigo da oltre 25 anni si occupa di gnatologia avanzata trattando con successo i casi più complessi, ha imparato i trucchi del "mestiere" dal suo maestro americano Prof. Thore Hansson massimo esperto mondiale in gnatologia.

La gnatologia è una branca della Odontoiatria che studia le funzioni della mandibola (masticazione, deglutizione, fonatoria, posturale) e pertanto i rapporti tra i mascellari, i denti, le articolazioni temporo-mandibolari di destra e di sinistra, i muscoli che muovono i mascellari e il sistema nervoso che comanda quei muscoli, compresa la lingua.

Normalmente ci si rivolge ad un Odontoiatra nei casi di dolori a livello mandibolare o ai denti o al cavo orale in generale. Poche persone sanno che disordini occlusali o disfunzioni dell'articolazione temporo-mandibolare possono essere causa di patologie comuni e oggi molto diffuse quali cefalea, dolori cervicali, dolori alla colonna vertebrale, insonnia, stanchezza, così come acufeni, ronzii alle orecchie, vertigini o il bruxismo alle quali un odontoiatra esperto in gnatologia può eliminare i sintomi dolorosi senza più ricorrere all'assunzione di farmaci.

In cosa consiste una visita gnatologica?

La visita gnatologica è assolutamente indolore, viene eseguita con l'utilizzo di sofisticati computer all'avanguardia, ha la durata di circa un'ora e prevede un'accurata anamnesi ed una attenta analisi dell'occlusione dentale, dell'articolazione temporo-mandibolare, dei muscoli masticatori e di quelli cervicali, è importante per capire se i disturbi sono dovuti a disfunzioni cranio- cervico-mandibolari o a cause di errata postura. E' fondamentale eseguire una accurata visita che permette di individuare una idonea terapia. Molto spesso osserviamo pazienti con dolori all'articolazione temporo-mandibolare a seguito di cure odontoiatriche errate, anche una sola otturazione od una capsula eseguite con dimensioni non appropriate possono provocare sintomi dolorosi, anche la mancanza di un solo dente nella bocca può creare problemi articolari molto fastidiosi.

Quali benefici e quali aspettative porta una terapia temporo-mandibolare?

Una volta rilevata la relazione tra i disturbi lamentati e i disordini temporomandibolari presenti, sarà possibile determinare le aspettative di successo del trattamento il quale può risolvere completamente ed in modo permanente il problema o ridurre sensibilmente i sintomi e le altre terapie necessarie. Proprio a riguardo, si sottolinea comunque il primo risultato importante che sicuramente si può raggiungere e cioè il mancato utilizzo, la cessazione totale o una sensibile riduzione nell'uso di farmacie medicinali quali analgesici, antinfiammatori, calmanti o sedativi che mettono a dura prova il metabolismo e la salute.

Come si riconosce una potenziale disfunzione dell'ATM?

Capire e riconoscere la presenza di una disfunzione dell'articolazione temporomandibolare in una bocca apparentemente "sana" non è semplice e solo un esperto gnatologo la può evidenziare. E' opportuno però considerarne la potenziale esistenza in tutti i casi suddetti quali sintomi frequenti di cefalee, dolori cervicali o vertigini…E' fortemente consigliato inoltre, in ottica di prevenzione, effettuare periodicamente un controllo gnatologico affiancato alla normale visita dentistica al fine di fermare anticipatamente l'evolversi della patologia.